Picnic di degustazione vino

picnic-exclusive-wine-vino-cibo-degustazione

Picnic di degustazione vino

Il picnic ormai è diventata una pratica sempre più utilizzata perché mette insieme due cose fondamentali che sono alla base del godersi la vita, il cibo e la natura. Concedersi una giornata o una parte di essa in uno spazio aperto è il vero lusso dei nostri giorni. Quindi che si tratti i montagna, mare, campagna o di un parco, equipaggiatevi e partire.

Nei tempi antichi si partiva con tanto di “corte al seguito” (governanti, camerieri e cuochi) che provvedevano al necessario, ai ricchi padroni non restava altro che godersi la compagnia, il cibo, il vino, la natura e una buona lettura; per noi comuni mortali basta un po’ di organizzazione.
Il picnic è ideale nelle giornate calde o tiepide, sono quindi preferibili la primavera, l’estate ma non sono da sottovalutare anche l’autunno e quelle soleggiate giornate tra l’inverno e la primavera.

Non occorre trascorrere l’intera giornata per godere dei benefici di una pausa all’aria aperta, ci si può accontentare anche di alcune ore. Oramai abbiamo abbandonato da tempo le grandi abbuffate, quindi meglio un piccolo spuntino ma di grande gusto e qualità. L’idea del picnic di degustazione vino è un’idea perfetta per unire il buon vino, la giusta compagnia e i profumi di una giornata all’aria aperta. Un picnic di degustazione può diventare una vera e propria abitudine tra gli amanti del vino, un buon modo per socializzare e degustare. Gli amanti del vino sanno come abbinare il vino, quindi spazio a formaggi, frutta, composte spezziate ma ache particolari tipi di salumi. Per gli esperti gurmant consigliamo di cimentarsi ai fornelli per progettare un piccolo menu adatto al vino che deve restare il grande protagonista dell’evento.
Non resta che preoccuparsi di avere tutto il necessario, plaid da distendere sul prato, cesto accessoriato da picnic e un contenitore a temperatura per conservare le proprietà organolettiche ed il gusto del vostro vino.

Alcune regole da ricordare per il vostro picnic di degustazione

Innanzitutto munitevi di un cesto di vimini o una valigetta abbastanza grande, da poter contenere tutte le cose che servono.
Sistemate le vostre vettovaglie in contenitori ermetici, disponendoli in ordine inverso di utilizzo: in fondo i dolci e via via fino all’antipasti.
Occhio ai particolari che sembrano inutili, ma in realtà sono alquanto essenziali: qualche telo cerato (contro l’umidità del terreno), un paio di coperte, qualche pareo (che potrà, stile coloniale, proteggerci dal sole o dal vento), un rotolo di spago, un coltellino svizzero, una crema antistaminica (per eventuali, speriamo di no, punture di insetti), sale, pepe e olio, un coltello affilato, un piccolo tagliere, tovaglioli di carta, piatti, bicchieri e posate (meglio evitare quelle di plastica).
Non dimenticate di mettere nella cesta dei grandi sacconi di plastica, per buttare via tutta la spazzatura.
Regola d’oro: organizzatevi con le giuste compagnie!!!